Crea sito

I CAVALLINI DELLA PACE

Durante il mercatino di Pasqua, che si è tenuto dal 22 al 25 marzo 2013, abbiamo ospitato un'evento straordinario: una gara di galoppo con i Cavallini della Pace, che ci sono stati donati dal signor Ernesto.

Sono intervenuti tanti bambini che si sono divertiti moltissimo a saltare gli ostacoli e correre, purtroppo al coperto, dato la giornata piovosa. L'allegria e il divertimento sono stati tanti anche tra gli adulti che incitavano i loro piccoli cavalieri e amazzoni.

 ESCAPE='HTML'

Ernesto, il signore dei cavallini della Pace ci ha detto:

Due anni fa non esistevano i cavallini della Pace e, avendo notato che i bambini con un palo galoppano, ho capito che per fare un cavallino la prima cosa è avere un palo.

Il desiderio di avere un cavallino tutto mio, compagno di giochi e pensieri, me lo portavo da quando ero piccolo.

Ho deciso quindi di costruire centinaia di cavallini da regalare a tutti i bambini del mondo senza distinzioni.

I cavallini portano gioia e pace ai bambini: sono fatti per questo. Se nessuno te li compra, se nessuno te li fa, non si possono avere.

Trovato il  palo! Ora ci vuole la testa!

Per fare la testa ci vuole lo scheletro attaccato al palo, i muscoli sono facili da trovare: stoffe, lana, gomma piuma,ecc.; poi si mette la pelle: che siano calze da donna o da uomo vanno bene lo stesso.

Avete mai notato come il piede rovesciato abbia la forma della testa di un cavallino? E' per quello che servono le calze.

Abbiamo la testa ed il palo, ora ci serve trovare le narici, le orecchie, la bocca,gli occhi, i capelli (la criniera), le briglie, mettere la firma ed è nato un cavallino della Pace pronto a giocare con te.

I cavallini della Pace sono di tante razze diverse, proprio come i bambini del mondo, li riconosciamo dalle orecchie: quelli con le stesse orecchie fanno parte della stessa razza. Le razze sono tantissime e mescolate tra di loro, vivono in Pace e felici con i propri bambini: d'altronde sono nati per questo...

E ora al galoppo!!

Ernesto con alcuni dei bimbi che hanno partecipato alla gara

 ESCAPE='HTML'