Crea sito

Siamo lieti di presentarvi: "Il Girotondo Dell'arte". Sotto l'Ala comunuale vengono presentati vari lavoretti prodotti dai bambini delle scuole dell'istituto comprensivo insieme a uno spazio di scambio libri per bambini. I dettagli nel volantino sottostante.

Mercoledì 7 settembre 2016 è stata una grande giornata di cooperazione internazionale per Vinovo.

Il Sindaco di Grand Bassam, Monsieur Georges Philippe Ezaley accompagnato dall’incaricato alla cooperazione e relazione con l’estero, Monsieur Josselyn Kongò, è venuto in visita a Vinovo. Erano provenienti dal Veneto, dove con Carlo Bovo hanno visitato alcune aziende del luogo e ricevuto degli aiuti importanti per migliorare la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Grand Bassam.

Nel primo pomeriggio sono stati ricevuti a Mondo Juve, con grande soddisfazione del Sindaco ivoriano. Alle 17,30 nella Sala del Consiglio a Vinovo hanno ricevuto il saluto delle autorità Vinovesi e della cittadinanza. Erano presenti il Sindaco Guerrini, gli Assessori Mairo e Midollini, il Console Onorario della Costa d’Avorio, dottor Pizzale, rappresentanti della Giunta, rappresentanti della scuola, la Presidente di TRA.ME, alcuni presidenti e rappresentanti delle associazioni del territorio e i collaboratori di Vinovo for Africa.

Monsieur Ezaley ha più volte ringraziato la cittadinanza di Vinovo e l’associazione Vinovo for Africa per la collaborazione. I progetti che l’associazione ha portato avanti in questi 14 anni sono andati tutti a buon fine con la soddisfazione delle rappresentanze.

Il Console, che è un imprenditore, ha spiegato che bisogna iniziare a investire capitali in Africa, affinché gli africani possano trovare lavoro in loco e non dover emigrare.

Più tardi è arrivato il Responsabile alla cooperazione internazionale della regione Piemonte, dott. Garelli, comunicando che in Regione si è deciso di promuovere dei progetti verso i giovani. Nelle prossime settimane Vinovo for Africa chiederà quindi di far parte di questi progetti in collaborazione con il Comune di Vinovo e quello di Grand Bassam.

Ultimo intervento è stato quello della Presidente dell’associazione TRA.ME di Carignano, Odilia Negro, che ha ribadito quanto sia importante per la popolazione essere aiutata a rimanere nei luoghi di origine, per evitare la fuga dei ragazzi verso il mondo occidentale. Ha spiegato inoltre che, ad esempio, ai profughi ivoriani, non essendo provenienti da zone di guerra, difficilmente è concesso il permesso di soggiorno e quindi sono rimandati in Costa d’Avorio.

Dopo lo scambio di doni tra i Sindaci di Vinovo e Grand Bassam e l’associazione Vinovo for Africa, l’incontro è terminato alle ore 19,30 per riprendere in amicizia presso la Polisportiva di Garino con un’apericena. La serata è stata inoltre allietata da musiche e balli africani con il Maestro Maghet, residente a Garino, che ha creato una scuola di danze africane.

Felicina

Ringraziamo, inoltre, L'Eco del Chisone e VinovoMese per aver promosso e raccontato l'evento.

 

Per altre foto e crediti: Facebook